Comunicati stampa primo piano

Nuovo traffico intermodale tra i terminal di Sacconago e Ferentino: tre viaggi a settimana

20 lug 2021

Malpensa Intermodale, la società del Gruppo FNM che gestisce il terminal di Sacconago e l'operatore belga Move Intermodal, hanno lanciato la nuova relazione tra lo scalo di Busto Arsizio e quello di Ferentino, in provincia di Frosinone.

La frequenza di avvio del traffico è di tre roundtrip/settimana con arrivo e partenza da Sacconago il martedì, giovedì e sabato.

Lo scalo laziale si colloca all'interno di un'area a forte vocazione industriale dove sono insediate importanti multinazionali. Il traffico è quindi caratterizzato sia da flussi di materie prime e semilavorati che dal Benelux – collegato con Sacconago giornalmente con 2 coppie di treni - raggiungeranno le aziende in centro Italia interamente su ferro, sia  da prodotti finiti che torneranno in Lombardia e in Nord Europa direttamente tramite lo scalo di FNM, senza alcun trasferimento su gomma.

Una parte consistente del nuovo traffico è poi riservata alle aziende del territorio che possono sfruttare questa nuova connessione per raggiungere mercati di approvvigionamento o distribuzione utilizzando l'intermodalità, contribuendo quindi allo sviluppo di un trasporto sempre più sostenibile in termini di riduzione di emissioni, congestione e incidentalità.

La trazione del treno è affidata a CFI, che cura anche una parte della commercializzazione ed a SBB Italia

"Abbiamo lavorato intensamente per raggiungere questo risultato. – ha dichiarato Umberto Ruggerone, Amministratore di Malpensa Intermodale – Si tratta di una soluzione ferroviaria gestita quasi interamente in terminal, senza incrementi di traffico stradale. Lo sviluppo di relazioni tra terminal nazionali permette di far ricadere anche sull'Italia i benefici che l'intermodalità produce già in tutta Europa: questo è uno degli obiettivi che ci siamo posti, assieme a quello di fornire alle aziende locali soluzioni logistiche innovative".

Luc Driessen, CEO di Move Intermodal ha affermato: "Con la partenza di questa nuova connessione siamo in grado di integrare direttamente il Centro e il Sud Italia nella nostra rete sincromodale. Le aziende italiane, così come quelle del Benelux e della Germania Ruhr beneficeranno delle nostre soluzioni di trasporto ferroviario door to door, che collegano direttamente Genk a Ferentino. Questo permetterà di ridurre significativamente le emissioni di Co2, un risultato che non è mai stato così importante come ora, dopo il pacchetto "Fit for 55", recentemente pubblicato dalla Commissione Europea".

 

Immagine

Andamento titolo:

Il titolo in Borsa

Bandi di gara

Ultimi bandi